UltimaEdizione.Eu  > 

Francesco rivince la scommessa contro la paura aprendo la Porta Santa. Con lui, Benedetto XVI

Francesco rivince la scommessa contro la paura aprendo la Porta Santa. Con lui, Benedetto XVI

Tutto è andato per il meglio nonostante le paure della vigilia. E’ successo come a Bangui dove Francesco è voluto andare ad aprire la prima Porta Santa del Giubileo della Misericordia nonostante le fosche previsioni di chi aspettava un attentato o chissà quale malvagia azione di qualche fanatico sconsiderato nella capitale della Repubblica Centrafricana sconvolta da tempo da una sanguinosa guerra fratricida.

Invece anche questo impegnativo 8 dicembre per il Papa, la Chiesa romana e per i romani tutti è stato superato senza problemi e tanta è stata la gente che si è recata verso il centro di Roma solamente richiamata dal messaggio e dalla forza spirituale di questo Papa.  Francesco ha rivinto la sua scommessa contro la paura.

Resta l’impressione per le imponenti misure di sicurezza adottate a Roma che hanno veramente reso difficile la partecipazione dei fedeli alla cerimonia di Piazza San Pietro nel corso della mattinata e, poi, nel primo pomeriggio, la presenza al tradizionale omaggio del Papa alla Madonna di Piazza Mignanelli.

Molta gente è dovuta giungere nottetempo per poter avere l’accesso al sagrato della basilica vaticana dopo essersi sottoposta ai controlli previsti dalle procedure introdotte per controllare tutti i fedeli intenzionati ad assistere personalmente all’apertura della Porta Santa. Nessuno si è potuto sottrarre, neppure suore, preti e disabili.

Non è stato più facile avere accesso più tardi alla zona di Piazza di Spagna dove la folla si raduna accanto al Pontefice ogni 8 dicembre, in occasione della festività dell’Immacolata Concezione. Già per gran parte della mattinata, infatti, tutte le strade dirette verso Piazza di Spagna e Piazza Mignanelli sono rimaste chiuse ai semplici cittadini perché era necessario condurre le operazioni di polizia opportune per assicurare la sicurezza di tutta la zona. Operazioni chiamate in gergo dai poliziotti, cui i cittadini bloccati chiedevano informazioni, di “bonifica”. Chiusa anche la stazione della metropolitana Spagna, la più vicina alla colonna su cui svetta la Madonna.

Il tempo, fortunatamente, è stato clemente ed ha aiutato ad essere pazienti e comprensivi tutti, comunque, convinti che avrebbe trionfato l’invito di Francesco a non avere paura e a scommettere sulla Misericordia.