UltimaEdizione.Eu  > 

Francesco e migranti: soldi alle banche, ma non per il ” cimitero “Mediterraneo

Francesco e migranti: soldi alle banche, ma non per il ” cimitero “Mediterraneo

Durissimo Papa Francesco sulla situazione migranti: “quando avviene la bancarotta di una banca ha detto Francesco, immediatamente appaiono somme scandalose per salvarla, ma quando avviene questa bancarotta dell’umanità non c’è quasi una millesima parte per salvare quei fratelli che soffrono tanto? E così il Mediterraneo è diventato un problema cimitero, e non solo il Mediterraneo… molti cimiteri vicino ai muri, muri macchiati di sangue innocente”. Ma la migrazione, ha sottolineato, “è un problema del mondo”.

Papa Francesco ha parlato così ai delegati dei movimenti popolari provenienti da 60 paesi di tutto il mondo. Il Papa ha ripreso con ” bancarotta dell’umanità” un’espressione usata dal vescovo dell’isola greca di Lesbo,

Papa Francesco a Lesbo

Papa Francesco a Lesbo

che al pari di Lampedusa è stata ed è in prima fila nell’accoglienza di quanti provano a cercare in Europa una nuova vita, se non addirittura la vita stessa.

Francesco ha avuto altre espressioni estremamente dure come quando ha affermato che il denaro governa ” con la frusta della paura” perché “ci indebolisce, ci destabilizza, distrugge le nostre difese psicologiche e spirituali, ci anestetizza dei fronte alla sofferenza degli altri e alla fine ci rende crudeli”.

Il Pontefice, così, si è congratulato con i partecipanti dei movimenti popolari perché che lottano nonostante quelle ” forze potenti” che possono “neutralizzare questo processo di maturazione di un cambiamento che sia in grado di spostare il primato del denaro e mettere nuovamente al centro l’essere umano”.

Francesco ha poi parlato della disoccupazione come di ” un’atrofia del sistema socio economico”  che priva gli esseri umani della ” dignità del lavoro” ed ha sostenuto che è “giusto” parlare di una corruzione radicati in alcuni ambiti della vita economica e,  riferendosi ai componenti dei movimenti popolari,  ha aggiunto che è “anche giusto chiarire che quanti hanno scelto una vita di servizio hanno un obbligo ulteriore che si aggiunge all’onestà con cui qualunque persona deve agire nella vita. La misura è molto alta: bisogna vivere la vocazione di servire con un forte senso di austerità e di umiltà. Questo vale per i politici ma vale anche per i dirigenti sociali e per noi pastori”.

Papa Francesco lancia corona nel mare di Lampedusa

Papa Francesco lancia corona nel mare di Lampedusa