UltimaEdizione.Eu  > 

Francesco in Messico dopo l’incontro con Cirillo: no a corruzione e narcotraffico

Francesco in Messico dopo l’incontro con Cirillo: no a corruzione e narcotraffico

Papa Francesco in Messico, dove è arrivato proveniente da Cuba, dopo l’incontro con il Patriarca della Chiesa ortodossa russa, Cirillo, ha subito esordito da par sua  affrontando senza mezzi termini alcune delle questioni più importanti che riguardano, oggi, la vita del popolo messicano.

“L’esperienza ci dimostra, ha detto Francesco, che ogni volta che cerchiamo la via del privilegio o dei benefici per pochi a scapito del bene di tutti, presto o tardi la vita sociale si trasforma in un terreno fertile per la corruzione, il narcotraffico, l’esclusione delle culture diverse, la violenza e persino per il traffico di persone, il sequestro e la morte, che causano sofferenza e che frenano lo sviluppo”.

 Uno dei primi pensieri di Francesco è andata alla Madonna di Guadalupa, tra le più amate al mondo e particolarmente venerata in Messico e nell’intera America Latina.

“Oggi, ha detto il Papa, vengo come missionario di misericordia e di pace, ma anche come un figlio che vuole rendere omaggio a sua madre, la Vergine di Guadalupe e lasciarsi guardare da lei”

Ancora però non si è spenta l’eco dello storico incontro a Cuba con Cirillo nel corso del quale hanno chiesto che sia ripristinata l’unità tra le due chiese. Si è trattato della prima volta che un Pontefice romano e la guida della Chiesa russa si trovano a faccia a faccia dopo lo scisma del 1054.

Francesco e Cirillo hanno insieme esortato il mondo per assicurare la protezione dei cristiani dalle persecuzioni che subiscono costantemente nel Medio Oriente e in Africa dove “intere famiglie, i villaggi e le città dei nostri fratelli e sorelle in Cristo vengono completamente sterminati. Le loro chiese sono barbaramente devastate e saccheggiate, i loro oggetti sacri profanati, i loro monumenti distrutti”.

Il Papa al suo arrivo a L’Avana era stato accolto dal Presidente cubano Raul Castro.

Per leggere la dichiarazione congiunta di Papa Francesco  del Patriarca Cirillo CLICCA QUA