UltimaEdizione.Eu  > 

Falliscono i fermi auto di Roma e Milano. Aumentato l’inquinamento

Falliscono i fermi auto di Roma e Milano. Aumentato l’inquinamento

Milano è giunta al terzo giorno del blocco del traffico deciso dalla Giunta di Pisapia per contrastare l’inquinamento dell’aria cittadina. Roma ha finito anche questa terza mandata settimanale dei fermi auto di due giorni a targhe alternate e si fanno le verifiche.

Verifiche sconfortanti visto che  le centraline di controllo dicono che le polveri sottili sono addirittura aumentate. Insomma l’assoluto fallimento dei provvedimenti adottati anche se c’é chi potrebbe dire che senza sarebbe stato ancora peggio

Si tratta della conferma per chi da anni sostiene che questa storia degli interventi contro il traffico, fatto nei modi cui siamo oramai abituati, costituisce solo una foglia di fico messa a coprire una necessaria ristrutturazione del nostro sistema di vita perché questi provvedimenti non influiscono più di tanto se la pioggia ed il vento non vengono a ripulire l’aria.

Ma da anni ci siamo innamorati di questa foglia di fico e continuiamo ad indossarla ogni volta che si creano condizioni meteorologiche sfavorevoli, che poi consistono nell’alta pressione la quale contribuisce a mantenere sospese nell’aria le particelle più inquinanti, anche senza la necessità che si formi il cosiddetto smog, ben più evidente agli occhi dei più.

Oggi il Ministro dell’Ambiente riunisce i responsabili delle Regioni e dei comuni. Speriamo che tutti quanti prendano atto del fatto che è necessario affrontare tutti insieme e coralmente un autentico problema destinato a coinvolgere tutta la nostra vita: dalla salute, all’economia, al nostro sistema di trasporti ancora tutto basato su gomma e motore a scoppio. Forse tornare, nonostante la Fiat, ai vecchi tram e bus dei nonni potrebbe essere molto più efficace dei tanti, inutili giorni a piedi.

La soluzione non è facile da trovare. Sicuramente, se non la si vuole trovare e si preferiscono dei palliativi. Sicuramente non la si trova se ognuno va per conto proprio e ci si ostina a voler continuare ad affrontare il problema in termini superati e demagogici.

A Milano il blocco totale è destinato a proseguire anche domani 30 dicembre, mentre molti comuni inquinati ed inquinanti delle aree vicine  si sono ben guardati da adottare alcun provvedimento restrittivo della circolazione automobilistica privata rendendo, così, del tutto inutili i sacrifici imposti ai milanesi.

Solo la pioggia toglierà dagli impicci i poveri amministratori locali che non sanno proprio a quale santo votarsi. Se piove, infatti, ci scorderemo tutto e ne… riparleremo.

Alessandro Di Severo