UltimaEdizione.Eu  > 

Dodicesima vittoria consecutiva della Juventus a Torino con 4-2 sulla Samp. La Roma tiene il passo, 3-0 al Livorno

Dodicesima vittoria consecutiva della Juventus a Torino con 4-2 sulla Samp. La Roma tiene il passo, 3-0 al Livorno

Senza storia il secondo anticipo della seconda giornata del girone di ritorno. All’Olimpico di Torino la capolista Juverntus-Sampdoria 4-2 e mantiene immediato il distacco di 8 punti sulla Roma sua immediata inseguitrice. I blucerchiati riescono a resistere all’impeto dei bianconeri solamente 17 minuti, quando Pogda con un preciso passaggio pemettte al cileno Vidal di superare Da Costa e batterlo con un preciso tocco di esterno destro. Dieci minuti più tardi Tevez colpisce il palo. La Sampd accusa il ritmo impresso alla gara dai padroni di casa. Al 24′ il raddoppio della Juventus con Llorente. Ma al 38′ la Sampdoria riapre la partita con Gabbiadini. Al 41’ la Juventus ristabilisce le distanze trasformando un calcio di rigore con Vidal per fallo di Regini ai danni dello stesso Vidal. Più equilibrata la ripresa. La Sampd appare più determinata e al 25′ accorcia di nuovo le distanze ancora con Gabbiadini. Al 33’ Pogda a con un gran destro fissa il risultato sul 4-2.

1a3100 romaNell’anticipo pomeridiano la Roma, priva di Totti lasciato in panchina, e del nuovo acquisto Nainngolan, liquida con un secco 3-0 senza troppa fatica il Livorno. Una Roma superba quella vista in campo all’Olimpico della capitale che ha avuto come trascinatore Destro, protagonista del primo gol dei giallorossi e autore anche di una rete annullata per fuori gioco di Castan.
Il secondo gol è arrivato con Strootman lesto a deviare in rete una respinta del portiere. Il terzo gol giallorosso scaturiva da un incursione di Nainngolan subentrato nella ripresa al posto di Pianic, il quale, penetrato in area di rigore serviva Lijajc che realizzava da buona posizione. Una Roma, dunque, che conferma le sue doti tenendo il passo della Juve.

Enrico Barone