UltimaEdizione.Eu  > 

Io rilancio: Della Valle non molla a Fiat In Rcs non ci siete solo voi

Io rilancio:  Della Valle non molla a Fiat  In Rcs non ci siete solo voi

Diego Della Valle spara a palle incatenate sulla Fiat e gli Elkann- Agnelli. Risponde all’annunciata salita dei torinesi in Rcs con la disponibilità a fare altrettanto e ad arrivare, se necessario, anche oltre il 20 per cento. Insomma, sembra dire il patron delle Tod’s: non ci siete solo voi!

Contesta anche la telefonata fatta da John Elkann al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per annunciare l’intervento Fiat sul capitale Rcs: “una sceneggiata di cui il Paese non aveva bisogno. Non mi è sembrata una cosa giusta – ha aggiunto Della Valle- strumentalizzare una telefonata come fosse un rapporto tra capi di Stato. Hanno rastrellato i diritti d’opzione per poi alzare il telefono e dirlo al Capo dello Stato, mi lascia perplesso. Se hanno mezz’ora di tempo potrebbero telefonare a Pomigliano o andare a trovare i lavoratori all’Ilva di Taranto”.

Non è la prima volta che l’imprenditore marchigiano, e fiorentino d’adozione, se la piglia con i vertici Fiat ed i giovani Elkan- Agnelli. Così, come non è la prima volta che va a testa bassa nei confronti di chi conta in questo Paese. Basti ricordare il pubblico scambio di colpi con Silvio Berlusconi di qualche anno fa.
della valle berslusconi
Della Valle è molto baldanzoso nell’annunciare le sue attese mosse dopo quelle del gruppo torinese: ” Domani sottoscriverò l’aumento di capitale. Se il piano funziona, prendiamo anche tutto l’inoptato e quindi anche più del 20%. Speriamo che non ci sia da fare una battaglia”.
Infine, un accorto messaggio ai dirigenti del gruppo editoriale: “Rcs è un’azienda che ha dei problemi, ma non bisogna considerare l’ipotesi di mandare a casa delle persone come soluzione più facile. Bisogna avere altre idee e percorrere altre strade”.

Red