UltimaEdizione.Eu  > 

Dal 30 marzo niente più voli Ryanair Orio al Serio-Roma. Ma non è detto e Bergamo manterrà comunque collegamenti aerei con la capitale

Dal 30 marzo niente più voli Ryanair Orio al Serio-Roma. Ma non è detto e Bergamo manterrà comunque collegamenti aerei con la capitale

Tra meno di tre mesi, da fine marzo 2014, Bergamo non disporrà più dei collegamenti aerei a basso costo di Ryanair. Un fulmine a ciel sereno per la Sacbo, la società di gestione dello scalo, ma sopratutto per le centinaia di migliaia di passeggeri che non solo dalla Lombardia, ma anche da Trentino, Veneto e Piemonte, ogni anno utilizzano da Orio al Serio, di fatto il terzo aeroporto di Milano, gli aerei della arci nota compagnia irlandese. Alitalia già da temo ha soppresso i suoi collegamenti per la capitale dallo scalo bergamasco e così niente più voli diretti per Roma.

Bocche cucite da parte dei responsabili della più grande compagnia aerea low cost d’Europa. Impossibile avere notizie in merito dalla sede centrale di Dublino, tantomeno poter ricevere spiegazioni dall’eccentrico 1a3112 bergamoCeo di Rayanair, Michael O’Leary, che ama stupire con le sue proposte pazze, come quelle di far pagare i passeggeri per utilizzare le toilettes di bordo, o di istituire un innovativo sistema di “viaggio in piedi” su parte delle cabine dei suoi jet sui voli brevi in modo da vendere i “passaggi” a un paio di euro. O’ Leary è più che un genio degli affari, e se ha deciso di “chiudere” con l’Orio al Serio-Roma Ciampino avrà certamente i buoni motivi, oltretutto una delle tratte che gli ha determinato l’incondizionato successo sulle rotte interne italiane.

Ryanair non ha ancora, per così dire, “ufficializzato” la decisione. Anche se sul sito Ryanair.com gli ultimo biglietti acquistabii per la Roma Ciampino-Milano Orio al Serio sono quelli di sabato 29 marzo. Le voci indicano nella concorrenza dei Frecciarossa e Italo, treni da 300 all’ora che coprono la Milano-Roma già in meno di tre ore, il motivo della cancellazione. Ma le cose non starebbero così.

1a3103 bergamoFonti confidenziali hanno spiegato a RomaSettimanale.it che non è vero che i Boeing di Rayanair hanno perduto passeggeri a vantaggio dei treni. I tre voli della compagnia irlandese con destinazione Roma normalmente in programma ogni giorno imbarcano ciascuno in media non meno di 150 passeggeri a fronte dei 189 posti disponibili sui 737-800 di cui dispone Ryanair. Un indice di occupazione oltremodo più che soddisfacente. E’ una tratta che produce utili, ma non nella misura desiderata da O’Leary per la non opportunità di tariffe troppo elevate causa ferrovie, oltretutto in un periodo in cui la compagnia irlandese è in piena espansione e ha forte necessità di poter disporre di altri aeromobili che pur essendo stati ordinati tardano ad arrivare. Quindi meglio rinunciare per ora alla tratta, almeno nell’attesa di ricevere le nuove “macchine”. Poi si vedrà. A meno che….

1a3100 bergamoIn casa Sacbo non si sta certo certo con le mani in mano. Non è assolutamente ipotizzabile che uno scalo importante come Bergamo Orio al Serio non disponga di collegamenti diretti con Roma. Per cui sono in corso frenetici contatti con altri vettori, come con la stessa Ryanair, da sempre e in ogni dove in cerca di “incentivi” per collaborare. Già tra il 21 e il 24 agosto sarebbe in programma un incontro riservato tra le due parti in cerca di una soluzione soddisfacente per entrambe. Nel caso, comunque, gli arei giallo-blu stavolta punterebbero su Roma Fiumicino, dove dai primi del dicembre scorso Ryanair ha aperto una nuova base col programma di trasferirvi da Ciampino tutta la sua rete nazionale italiana in arrivo e in partenza dalla capitale.

1a3111 bergamoMichael O’ Leary sta rivoluzionando la strategia industriale della compagnia, con nuove regole per il trasporto dei bagagli e l’apertura ai viaggi corporate. Nuovi settori in grado di ampliare sensibilmente la quota di mercato. Un segmento d’affari per anni volutamente trascurato e da poco affidato alla direzione della dinamica Lesley Kane, già più che valida direttrice vendite e marketing di Ryanair.

E se il “colloquio” con gli irlandesi non dovesse produrre buoni frutti, son pronti appuntamenti con Easy Jet, Vuelig e Air Berlin che già sono di casa a Fiumicino. Cittadini di Bergamo, di Brescia e altri abitanti soprattutto del nord est tranquilli, il volo per Roma da Orio al Serio, terzo aeroporto di Milano e d’Italia, con una compagnia o con un’altra lo prenderete certamente.

Enrico Massidda