UltimaEdizione.Eu  > 

Chongqing Guoyuan Port: il mega interporto cinese nella Liangjiang New Area

Chongqing Guoyuan Port:  il mega interporto cinese  nella Liangjiang New Area

Terminata la seconda fase della costruzione di Chongqing Guoyuan Port. Il più grande porto interno della logistica in Cina, è stato così recentemente completato. Ora è stato messo in una fase “in prova”. Questa imponente realizzazione, segna l’inizio di una nuova era nella regione. Grazie all’utilizzazione dei canali aperti, come la via d’acqua “d’oro” rappresentata, in particolare, dai fiumi Yangtze e Yuxin’ou.
Siamo di fronte alla nascita e sviluppo di un nuovo polo logistico che significa addirittura l’apertura del commercio diretto con la lontana Europa. Liangjiang New Area, che si trova nei principali distretti urbani di Chongqing, a nord del fiume Yangtze e ad est del fiume Jialing, si estende su ben 1.200 chilometri quadrati.

Attualmente, il porto ha visto la realizzazione di 12 banchine che saranno tuttavia completate e pronte nella seconda fase del progetto di espansione. Il primo progetto è stato messo “in prova” con 4 ancoraggi di funzionamento. Tutto dovrebbe essere messo ufficialmente in funzione entro fine 2013.
aaaacina122Come più grande porto della logistica a Chongqing, il Porto Guoyuan è stato finanziato da fondi per 10 miliardi di yuan, qualcosa come 1,6 miliardi di euro, ed ha la capacità di movimentare 30 milioni di tonnellate di merci. Nel corso della prima fase, ha raggiunto già una capacità totale di 2 milioni di tonnellate.

Quando il porto sarà collegato via ferrovia, nel 2014, sarà possibile trasportare carichi alla rinfusa dalla città lungo il corso inferiore del fiume Yangtze e dal porto Guoyuan fino all’Europa. Il porto diventerà così un “hub” vero e proprio. Determinante per l’apertura di Liangjiang Nuova area al commercio internazionale verso l’Europa e destinato ad essere il più grande porto interno integrato dell’intera Cina.

Come il nucleo geografico dell’entroterra, la Municipalità di Chongqing, situata nella regione di connessione del sud ovest della Cina, beneficia di un traffico di rete cosiddetto “tridimensionale”, perché qui si formano 3 fondamentali nodi di trasporto: il più grande aeroporto internazionale della Cina, il più grande porto di trasporto fluviale e lo svincolo di 8 ferrovie.

aaaacina106 liangjiangIl costo della logistica locale è così fortemente “ridotto” e, dunque, competitivo da presentarsi in termini assai più vantaggioso di molte altre zone. La Liangjiang New Area, l’apertura di New Eurasia Terra Bridge e l’accesso verso l’Oceano Indiano offrono, infatti, condizioni concorrenziali tali da attrarre imprese e strutture produttive dal resto del mondo e stabilire, così, un rapido incremento di traffico e movimento della piattaforma. Tutto ciò dimostra come il progetto della Liangjiang Nuova area si rivelerà fondamentale nel grande programma di sviluppo per l’interno della Cina.

Secondo quanto deciso dalle Autorità, Chongqing Liangjiang New Area svolgerà, infatti, un “ruolo pilota” per la riforma globale urbano-rurale, disponendo di una importante e moderna produzione di base, di un’organizzazione di trasporto globale, di strutture per il commercio, di centro logistico, nonché di un’area tecnologico-finanziaria. In sostanza, un centro completo e innovativo sul corso superiore del fiume Yangtze, importante porta d’ingresso della regione e di apertura al mondo esterno.

aaaacina107 cartinaIn termini di struttura, la Liangjiang Nuova area è divisa in tre settori: industria dei servizi, industria manifatturiera avanzata e zona funzionale urbana. Oltre che da ben 10 zone funzionali, tra cui: Jiangbeizui CBD, con le sue zone franche; Yufu, per la moderna produzione e la logistica di zona; Longxing, per la fabbricazione avanzata; Nord Urbano per la cosiddetta zona economica. Oltre che l’Aeroporto Lingang, Yulai con l’Exhibition Center, Caijia con la zona Hi-tech, Shuifu per l’Ecosistema e Mugu per i processi di esportazione.

L’area sarà formata da cinque settori strategici: transito ferroviario, energia elettrica (energia nucleare ed eolica, ecc), automobili nuove energie, informazioni elettroniche e materiali di conservazione dell’energia. Inoltre, la disposizione si concentrerà su tre funzioni principali della ricerca, applicazione tecnologica dei risultati della ricerca, implementazione dei data center.

aaaacina301Il Consiglio di Stato della Cina ha previsto per la Liangjiang New Area una serie di politiche preferenziali senza precedenti. Ovviamente, l’obiettivo é quello di aumentarne il sostegno e favorire un ulteriore sviluppo dell’industria, fornendo capitali e risorse umane di alto valore. Le politiche preferenziali dello sviluppo dell’Occidente cinese, vale a dire soprattutto il coordinamento della riforma urbano-rurale saranno, per così dire, “esportate” nel resto del Paese facendo di Liangjiang Nuova area un “laboratorio” per l’offerta di più maggiori per tutta la Cina. L’area presenta una serie di opportunità estremamente vantaggiose, come ad esempio l’imposta sul reddito delle imprese ridotta al 15 per cento, che suscita grande attenzione nel mondo intero.

Liangjiang Nuova area costituisce così il prototipo di un grandioso progetto di sviluppo globale da cui l’Italia, purtroppo, ha ancora proprio molto da imparare.

Alain Trouchet