UltimaEdizione.Eu  > 

“Car Sharing” a “flusso libero” per Roma Capitale. Via libera della Giunta per la selezione degli operatori

“Car Sharing” a “flusso libero” per Roma Capitale. Via libera della Giunta per la selezione degli operatori

Per l’incremento della lotta a inquinamento atmosferico e al traffico privato Roma punta alla diffusione del “Car Sharing”. L’Amministrazione capitolina, per i buoni risultati di un primo periodo di sperimentazione, introdurrà per il prossimo biennio, sempre a titolo sperimentale, nuove modalità di gestione del servizio di “auto in prestito” in modo da renderlo più facilmente fruibile. In questa ottica, la Giunta di Roma Capitale, nella seduta odierna, ha dato mandato al Dipartimento Trasporti e Mobilità di procedere alla selezione di operatori interessati ad esercitare a Roma l’attività di Car-sharing.

Per ampliare l’attuale offerta sarà introdotta la modalità di ‘Car-sharing a flusso libero’ che consente al cliente di prendere e lasciare l’auto in qualsiasi punto della città coperto dal servizio, che funzionerà 1a2023prenotando l’auto pochi minuti prima dell’utilizzo, o, se il veicolo è libero, anche senza prenotazione. Il potenziamento del Car-sharing si inserisce nelle linee strategiche del nuovo PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) che verrà presentato alla città il prossimo 29 gennaio.

L’attuale servizio di Car-sharing, gestito da Agenzia Roma Servizi per la Mobilità con modalità diverse, oggi è attivo in cinque municipi con 82 stazionamenti, 162 posti auto e un’offerta complessiva di 124 veicoli.

Nella fase sperimentale, il nuovo servizio di ‘Car-sharing a flusso libero’ utilizzerà non più di 1500 veicoli che avranno libero accesso alle Ztl, alle aree di sosta a pagamento e ai parcheggi di scambio, ma non potranno accedere alle corsie preferenziali in modo da tutelare il trasporto pubblico di linea e non di linea. 1a2022Per ciascuna vettura, le aziende interessate si dovranno impegnare a corrispondere a Roma Capitale un importo pari a 1200 euro, a titolo forfettario, per l’utilizzo del suolo e dei servizi comunali. Questo canone non è applicato ai veicoli esclusivamente elettrici.

Gli operatori dovranno garantire: il servizio continuativamente, per tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24; un numero di veicoli operativi pari almeno al 90 per cento della flotta messa a disposizione; un servizio di call-center sempre attivo; la disponibilità delle auto all’interno del GRA per un’area del territorio comunale che non potrà essere inferiore a 90 kmq; un parco veicoli periodicamente rinnovato, che dovrà appartenere alla categoria Euro meno inquinante; il 2 per cento dei veicoli immatricolati per il trasporto delle persone con mobilità ridotta.

RomaSettRed-Ferpress