UltimaEdizione.Eu  > 

Cappadocia: mongolfiere all’alba in volo tra storia e natura

Cappadocia:  mongolfiere all’alba  in volo tra storia e natura

E’ uno degli scenari più affascinanti e incredibili della natura. Questo luogo ha visto scorrere più di cinque mila anni di storia, che vanno dalla preistoria al periodo Ottomano, ed è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1985. La Cappadocia è una regione dell’Anatolia, dove archeologia e natura si mescolano in modo straordinariamente equilibrato. Un panorama geologico unico al mondo, incredibile scenario architettonico e culturale che mantiene salda la sua attrazione, costituendo uno dei luoghi turistici più importanti della Turchia.

Ogni anno migliaia di turisti arrivano a Goreme, una deliziosa cittadina che rappresenta il cuore di questa regione. Qui i turisti vengono ospitati in alberghi suggestivi, dove è possibile dormire in camere scavate nella roccia. Ci sono numerosi alberghi, ma anche piccole locande e pensioni. Sono tutte costruite nella pietra o scavate direttamente in essa. Conservano un fascino particolare, e alla sera quando si accendono le luci sembrano davvero quelle di un piccolo presepe.

cappadocia2 9888_10201197101880468_1921254677_n[6]Goreme è un piccolo centro turistico a cui non manca niente. Ristoranti e bar per soddisfare ogni cliente, anche il più esigente. Agenzie turistiche per gite ed escursioni e un attrezzato e tipico Hammam turco.
Un luogo unico, dove la natura ha espresso la sua fantasia in maniera davvero sorprendente. Tutto intorno vi sono canyon colorati con sfumature di rosa e di rosso, pinnacoli bizzarri, castelli rupestri, ma soprattutto i famosi “Camini della Fate”.

Queste formazioni geologiche sono dovute a eventi naturali che si sono manifestati nel corso dei millenni. Circa 60 milioni di anni fa, prese forma la catena montuosa del Tauro nell’Anatolia meridionale. Durante tale formazione, nell’Anatolia Centrale cominciarono a crearsi delle depressioni che 10 milioni di anni fa vennero colmate dal magma e da vari materiali vulcanici, fino a che non scomparvero trasformando la regione in un altopiano. L’erosione del vento e dell’acqua completò questo scenario.

cappadocia9 945786_10201200384602534_1284476131_nLa Cappadocia fu insediata già in tempi preistorici. Aveva ricche risorse d’oro, d’argento e di rame. Fu dimora degli Hatti, Ittiti, Assiri, Persiani e Romani. Qui, i nuovi conquistatori ristabilirono le vie commerciali e militari, costruirono centri urbani e stabilimenti. Nel IV secolo divenne un importante centro religioso e nel corso degli anni la Cappadocia divenne un luogo dove varie etnie si incrociarono influenzando la cultura e la religione. San Basilio (329-379 d.C.), vescovo di Cesarea (odierna Kayseri), riusci ad ispirare molte colonie religiose e cosi creo’ una vita monastica che durò per circa mille anni.

Tra le rocce scavate dei camini delle Fate, nei preziosi musei all’aria aperta di Goreme e di Zelve si possono ammirare chiese con affreschi dell’epoca bizantina e ottomana. Sono meravigliosamente conservati e raffigurano le scene della vita di Cristo. I turisti vengono qui per ammirarli, ma anche per passeggiare nelle famose Rose Valley e Red Valley. Vi sono anche bellezze da esplorare come la fortezza di Uchisar e numerose città sotterranee da visitare, quali ad esempio Ozkonan e Derinkuyu.

In questa terra misteriosa e affascinante si possono praticare numerose attività all’aria aperta. Il turismo non fa mancare nulla. Sono sorti diversi operatori che propongono gite a cavallo, trekking nelle valli, safari a bordo di quad (moderne moto a quattro ruote). Ma la più antica tradizione propone un entusiasmante volo in mongolfiera all’alba. Questo sarà di certo il ricordo più bello del vostro viaggio.

cappadoia5 mongolfiere sgonfie601827_10201197141801466_1271397329_n[1]Si parte con il buio della notte che si sta a fatica illuminando, e dopo una frugale colazione ci si divide in gruppi. Con i fuori strada si raggiunge il punto prestabilito dove verrà preparato il proprio equipaggio.
La cesta e la mongolfiera sono velocemente attrezzate e preparate da un personale altamente professionale. Sotto gli occhi incuriositi e increduli ecco che in pochi minuti un enorme pallone aerostatico viene perfettamente gonfiato ed è pronto a partire. Non è ancora spuntata l’alba, ma già circa centoventi mongolfiere lente e silenziose si alzano in cielo e si lasciano trasportare dalla brezza, dando vita ad uno spettacolo meraviglioso, incredibile!

cappadocia8qua mongolfiera945537_10201197159841917_1268419482_n[1]Sotto, la valle si tinge di rosa e di rosso e il sole sorge lentamente. Il volo della durata di un’ora circa, attraversa questo incantevole scenario: le valli e le cittadine sono incastonate come piccoli ritagli, perfettamente integrate in una natura curiosa e unica. Se visto da terra il paesaggio vi stupisce, vederlo dall’alto è ancora più spettacolare di quanto si possa credere. La mongolfiera permette infatti, di scendere e avvicinarsi alle formazioni rocciose altrimenti irraggiungibili, per poi rialzarsi in cielo e apprezzarne l’insieme.

Lassù c’è una pace incredibile, un silenzio irreale, interrotto solo di tanto in tanto, dalle vampate del bruciatore che sprigiona il calore che permette al “pallone” di librarsi e manovrare nel cielo. Si resta incantati fin dal primo istante, e alla fine si atterra emozionati e visibilmente commossi.
Si brinda con champagne: un’esperienza che non si dimenticherà mai!

Testo e foto di Alessandra del Nobolo