UltimaEdizione.Eu  > 

Brennero: delegazione di amministratori locali del Trentino in visita al cantiere del tunnel di base

Brennero: delegazione di amministratori locali del Trentino in visita al cantiere del tunnel di base

Una delegazione composta dai rappresentanti della Giunta provinciale, del Consiglio e di amministratori locali del Trentino ha visitato il cantiere del tunnel di base del Brennero a Mules per fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori, sulla progettazione delle tratte di accesso e sul modello informativo sviluppato dall’Osservatorio BBT. Ad accogliere i politici trentini è stato l’assessore provinciale Florian Mussner.

Il tunnel di base del Brennero è progetto di valenza internazionale, fondamentale non solo per Alto Adige e Tirolo. Come ha sottolineato l’assessore Florian Mussner, “l’opera si inserisce nell’ammodernamento della direttrice ferroviaria che da Monaco porta a Verona, quindi rappresenta uno dei più importanti collegamenti europei”.

1BBT20 mussnerNel suo intervento Mussner ha ricordato che il progetto BBT, oltre all’obiettivo 2025 di trasferire il traffico dalla gomma alla rotaia, consente nell’immediato di creare nuovi posti di lavoro e attivare investimenti.

“Per questo è essenziale predisporre sul piano politico le necessarie misure di accompagnamento che permettano di sfruttare al massimo tutte le potenzialità del tunnel una volta entrato in esercizio.”

L’assessore Mussner ha confermato che le priorità della costruzione sono date dalla tratta di accesso Fortezza-Ponte Gardena, dalla circonvallazione di Bolzano e Bassa Atesina, da realizzarsi il più presto possibile.

1BBT7Nella visita al cantiere di Mules il commissario di nomina governativa Mauro Fabris e l’ad di BBT SE Raffaele Zurlo hanno fatto il punto sullo stato di avanzamento dei lavori e sugli aspetti legati al finanziamento trasversale del progetto BBT e delle tratte di accesso, mentre Martin Ausserdorfer ha illustrato agli ospiti trentini i compiti dell’Osservatorio per la sicurezza e l’ambiente, primo interfaccia diretto per le richieste e le istanze dei cittadini e snodo della collaborazione, finora ottimale, tra BBT SE, Comuni e Provincia. Un modello di informazione pubblica che funziona bene, secondo l’assessore trentino Mauro Gilmozzi, promotore della visita, e che potrebbe trovare applicazione anche in Trentino.

RomaSettRed_Ferpress