UltimaEdizione.Eu  > 

Berlusconi. Definitivo: deve pagare 541 milioni a De Benedetti per la Mondadori, mentre é “in ballo” per la decadenza.

Berlusconi. Definitivo: deve pagare 541 milioni a De Benedetti per la Mondadori, mentre é “in ballo” per la decadenza.

Tempi duri per Silvio Berlusconi. Sembra non andargliene bene nemmeno una. Soprattutto quando c’è di mezzo la Cassazione. La suprema corte pure questa volta conferma la giustezza di una sentenza contraria al Cavaliere e lo fa toccandogli direttamente il portafoglio: la Fininvest, infatti, oramai è definitivo, dovrà risarcire con tanti soldi Carlo De Benedetti per il Lodo Mondadori .

Con questo nome è passata alla storia la complessa vicenda che portò Silvio Berlusconi a diventare il proprietario della omonima casa editrice di Segrate, oggi presieduta dalla figlia Marina. Il conto da pagare è fissato definitivamente in ben 541,2 milioni.

La Cassazione, in realtà, gli ha fatto uno sconto di 23 milioni circa perché la cifra fissata dalla Corte d’Appello di Milano era stata di 564,2 milioni , abbassandolo notevolmente il risarcimento dagli originali 749,9 decisi in primo grado.

Purtroppo per Berlusconi, la decisione viene alla vigilia di un altro appuntamento cruciale per il suo futuro. Quello con la Giunta per le Elezioni e le immunità del Senato che si appresta a dichiararlo decaduto dal suo seggio esponendolo, così, al rischio di nuovi, temuti provvedimenti giudiziari da parte dei magistrati titolari di indagini su altre vicende in cui Berlusconi è coinvolto. A partire dalla oramai famosa inchiesta napoletana sulla compravendita di parlamentari.

La decadenza dal seggio parlamentare di Berlusconi, però, potrebbe persino essere considerata un’inezia di fronte all’esecuzione della condanna a quattro anni di reclusione, di cui tre cancellati dall’indulto, per frode fiscale sul caso dei diritti Mediaset. Condanna resa definitiva dalla Corte di Cassazione lo scorso 30 Luglio.
berlusconi messaggio tv
Il 16 Ottobre, infatti, il capo del Centro Destra finirà per essere ristretto agli arresti domiciliari o affidato ai servizi sociali con la qualifica di detenuto. Per lui, dunque, si rende molto difficile, se non impossibile, il continuare a svolgere, almeno per 12 mesi, il ruolo di leader della neonata Forza Italia.

Si rincorrono le voci su un messaggio agli italiani che potrebbe essere lanciato da Berlusconi nelle prossime ore, magari in contemporanea alla riunione della Giunta del Senato. Si tratterebbe di un discorso, già annunciato varie volte, nel corso delle ultime settimane e di cui, pare, egli abbia già effettuato varie stesure.

Alessandro Di Severo