UltimaEdizione.Eu  > 

Battaglia sui resti di Riccardo III Torna la “guerra” tra le due Rose?

Battaglia sui resti di Riccardo III  Torna la “guerra” tra le due Rose?

Un giudice dell’Alta Corte britannica ha dato il permesso ai discendenti di Riccardo III di rivolgersi al tribunale per decidere sulle destinazione delle spoglie del re appena ritrovate sotto un parcheggio di Leicester.

527 anni dopo la sua morte, nella battaglia di Bosworth Field, l’ultimo re della schiatta dei Plantageneti sembrava dovesse finalmente riposare in una tomba adeguata nella cattedrale di Leicester. E, invece!

La decisione, infatti, non andrebbe bene all’Alleanza dei Plantageneti, di cui fanno parte ben 15 discendenti dei parenti del re. Questi vogliono invece che i resti siano seppelliti ad York, visto che Riccardo III legava il proprio nome a quella città, luogo in cui egli esercitava il proprio comando regale.

Venerdì scorso, il giudice Haddon-Cave, ha dato il via libera all’Alleanza di proporre un ricorso giurisdizionale contro il Ministero della giustizia e l’Università di Leicester per conto della quale, con il permesso del Ministero, è stato avviato lo scavo per la costruzione nel parcheggio dove sono stati trovati i resti reali.

Il giudice ha disposto che, momentaneamente, i resti del re vengano “depositati” in un luogo adeguato alle sepolture ed ha invitato le parti coinvolte a non ripetere la sanguinosa “Guerra delle due rose. Parte due”.
riccardo 3
Il riferimento del magistrato va al grave conflitto che divise le due casate di York, con Riccardo III, e di Lancaster, nella seconda metà del ‘400. Rosa bianca simbolo degli York, rosa rossa per i sostenitori dei Lancaster. Poi arrivarono I Tudor, gli antenati dell’attuale Sovrana Elisabetta II.

John Balcony