UltimaEdizione.Eu  > 

Aveva ragione Snowden. Tribunale federale Usa: illegittima la raccolta a tappeto dei dati sulle telefonate degli americani

Aveva ragione Snowden. Tribunale federale Usa: illegittima la raccolta a tappeto dei dati sulle telefonate degli americani

Aveva ragione Edward Snowden. Una corte d’appello federale di New York ha stabilito che piano di raccolta segreto in blocco di tutti i tabulati telefonici raccolti dalla National Security Agency, l’Agenzia per la Sicurezza nazionale statunitense, è illegale. La decisione ei magistrati giunge proprio mentre al Congresso si sta discutendo sulla questione e sul caso di sostituire il controverso sistema di vero e proprio spionaggio a tappeto con qualcosa d’altro.

Secondo i tre giudici della Corte d’Appello non è possibile richiamarsi al Patriot Act, la legge antiterrorismo voluto fa George Bush all’indomani dell’11 settembre 2001, per consentire la raccolta sistematica di massa dei dati sulle conversazioni telefoniche fatte dagli americani.

E ‘la prima volta che una corte federale affronta il problema giacché dal 2006 è stato affrontato solamente di fronte a tribunali segreti dedicati alla sicurezza nazionale. La decisione viene a circa un anno di distanza dal clamoroso caso detto “datagate” fatto esplodere dall’ex collaboratore della stessa Agenzia nazionale per la sicurezza e della Cia, Edward Snowden. Quest’ultimo, per aver denunciato la irregolarità del comportamento dei servizi di sicurezza, dichiarati illegittimi da un tribunale federale Usa, è ancora costretto all’esilio in Russia.