UltimaEdizione.Eu  > 

Arrivano i “forconi”. Le manifestazioni non sono affatto pacifiche. Grossi problemi a Torino e nel Veneto

Arrivano i “forconi”. Le manifestazioni non sono affatto pacifiche. Grossi problemi a Torino e nel Veneto

I cosiddetti “forconi” arrivano e le affermazioni che si tratti di manifestazioni pacifiche sono subito smentite. A Torino le proteste verbali si sono trasformate in un vero e proprio assalto, con lancio di bombe carte contro la sede della Regione, presieduta dal contestato Governatore Roberto Cota. Sempre a Torino, i contestatori hanno occupato, con conseguente blocco del traffico ferroviario nelle stazioni di Torino Porta Nuova e Porta Susa. Tutto i capoluogo piemontese è interessato dalla manifestazione che ha mandato in titl gran parte dell’intero traffico cittadino.

Disagi e problemi, grandi e piccoli, sono segnalati anche in altre parti d’Italia. Dopo Torino, arrivano segnalazioni di blocchi alla circolazione dai caselli autostradali di Vicenza Ovest, Montecchio Maggiore (Vicenza) e Soave (Verona), dove i manifestanti hanno messo di traverso mezzi pesanti a ridosso degli accessi autostradali provocando problemi anche al traffico anche della rete stradale ordinaria. Bloccata così la tangenziale di Vicenza le statali 307 e 308 e la circonvallazione di Cittadella.

RomaSettRed