UltimaEdizione.Eu  > 

Altro scandalo mondo auto: Mitsubishi falsifica dati su risparmio carburante

Altro scandalo mondo auto: Mitsubishi falsifica dati su risparmio carburante

Perquisizioni nella sede di Okazaki, in Giappone, della Mitsubishi Motors in seguito alle rivelazioni sul fatto che la casa automobilistica giapponese avrebbe falsificato i dati sul risparmio di carburante delle proprie vetture, destinate soprattutto al mercato del Sol Levante.

La Mitsubishi ha ammesso che sono stati manipolati i dati relativi a più di  600.000 veicoli e adesso i suoi dirigenti hanno tempo fino al  27 aprile per  consegnare una relazione sulla questione.

L’ufficio dove hanno  fatto irruzione gli inquirenti è il secondo più grande impianto della società in Giappone, centro di produzione e  di ricerca.

Secondo alcuni esperti la truffa  potrebbe costare alla Mitsubishi più di 50 miliardi di yen, pari a circa 450 milioni di dollari se si considera i rimborsi per i consumatori e  i costi di sostituzione delle parti delle vetture da modificare, oltre che i danni provocati alla Nissan, visto che sono coinvolte anche circa 500.000 suoi veicoli.

Le vetture coinvolte sono city car,  ek Wagon e eK Space della Mitsubishi e le  Dayz e Dayz Roox di Nissan, vendute soprattutto in Giappone ed hanno una limitata circolazione nel resto del mondo.