UltimaEdizione.Eu  > 

Alitalia e Sagat “a braccetto” per garantire i voli su Torino

Alitalia e Sagat “a braccetto”  per garantire i voli su Torino

Per l’aeroporto di Caselle, e soprattutto per Torino, si profilano importanti novità. Il tavolo di lavoro aperto nelle scorse settimane tra Alitalia e SAGAT, la società che gestisce lo scalo piemontese, ha raggiunto, infatti, un primo significativo risultato. Alitalia conferma e rilancia per la stagione invernale l’offerta di collegamenti effettuati tra Torino e le principali città italiane (Fiumicino, Lamezia, Palermo, Bari, Catania, Napoli, Reggio), aggiungendo, per la prossima stagione estiva, anche un collegamento tra Torino ed Alghero. Parlando di numeri, per il 2014 saranno oltre 1.500.000 i posti offerti dal Gruppo, così come nel’anno in corso.

Una decisione frutto di un lungo, attento ed accurato lavoro tra SAGAT e Alitalia che ha permesso di garantire i collegamenti nonostante la compagnia di bandiera stia procedendo in questo periodo a una riorganizzazione del suo network, in coerenza con l’andamento fortemente negativo del mercato domestico. Un forte calo in questa parte del 2013, di un ben meno 9 per cento. Tale processo di riorganizzazione aaatorino1probabilmente avrebbe portato la Compagnia, in assenza del tavolo di lavoro con SAGAT, a non poter più garantire l’intero portafoglio di collegamenti da e per il capoluogo piemontese oggi esistenti.

Il gruppo di lavoro continuerà in ogni caso a lavorare per individuare possibilità interessanti anche sul mercato internazionale, da effettuare o da parte del Gruppo Alitalia o attraverso partner selezionati in base alle specifiche esigenze del mercato. Nell’area di Torino Alitalia, oltre a confermare la tariffa ad alta convenienza per il segmento giovani (a partire da 40 euro tutto incluso), che ha riscosso molto successo in questa estate, sta per sviluppare nuove proposte ad analoga aggressività commerciale: saranno a breve ampiamente accessibili tariffe specifiche anche per le Famiglie con bambini e/o ragazzi. Tariffe che saranno disponibili sia per le connessioni nazionali che per quelle internazionali, Medio Oriente e Nord Africa compresi.

Red